Facendo un altro passo verso un futuro indipendente dalla piattaforma, il capo della sezione first-party studios di Xbox Matt Booty ha affermato che i giochi dell’azienda non saranno necessariamente esclusive Xbox.

Parlando al Game Informer Show la scorsa settimana, Booty ha detto che se uno sviluppatore recentemente acquisito come Double Fine volesse rimanere multipiattaforma, Xbox lo permetterebbe.

“Penso che la domanda da porsi sia semplice. Dovrebbe essere su Switch? Dovrebbe essere su PlayStation?”. E ancora, “ha senso per il franchising?”, ha detto.

“In altre parole, è un tipo di gioco che trarrebbe beneficio dal trovarsi su molte piattaforme diverse, oppure è un titolo più adatto a sfruttare le nostre piattaforme specifiche come xCloud, Game Pass e Xbox Live?”

Con Minecraft, ha detto, è stato un “gioco da ragazzi” rendere felici i giocatori di tutte le piattaforme.

Tuttavia, grandi franchising come Forza, Halo e Sea of ​​Thieves rimarranno in esclusiva per Xbox perché sono stati “progettati fin dall’inizio per esistere e sfruttare la tecnologia Xbox”.

Booty ha aggiunto che anche The Outer Worlds di Obsidian potrebbe diventare un franchising esclusivo per Xbox in futuro.